Personaggi orrendi: cretini manifesti

Qualcuno potrebbe pensare che i cretini non possano essere annoverati tra i personaggi orrendi, invece in alcuni casi essere cretini può essere un’aggravante.

Nunzia Schilirò e la fisica quantistica. Quando sento qualcuno che parla o scrive di fisica quantistica comincio a fremere. I miei fremiti forse sono dovuti all’invidia, perché nonostante io abbia frequentato il liceo scientifico, che fosse la scarsa propensione o che fosse la scarsa applicazione, di fisica non ero molto bravo e oggi, dopo tanti anni e studi di diverso tipo, non vado molto al di là di v= s/t. Invece in giro è pieno di gente interessata alla fisica quantistica. Molto interessata. Io sono un malpensante e ho l’impressione che l’amore per la fisica quantistica sia inversamente proporzionale alla conoscenza dei fondamenti della fisica. Ma io sono un malpensante persino un po’ snob, lo ammetto.

Nunzia Schillirò è una vicequestore che è assurta a una certa fama mediatica e social prendendo la parola durante alcune manifestazioni contro il Green Pass. Non so se i suoi interventi sicuramente coraggiosi (1) le siano costati una sospensione dal lavoro, ma la cosa non mi interessa, anzi in linea di massima sono per la massima libertà di parola, quindi per me Nunzia Schillirò può dire quel che vuole a proposito di epidemiologia e ovviamente io sono liberissimo di dire che le sue affermazioni sono scemenze.

Qualche mattina fa ho sentito alla radio alcune sue parole a sostegno del genio femminile (mi sembra di capire che lei non ami la categoria del “femminismo”, quindi mi servo di un termine un po’ démodé):

Per la fisica quantistica, che io amo moltissimo, l’80% dell’energia dell’universo è di matrice femminile

Nunzia Schillirò

È chiaro che Schillirò dice una scemenza colossale, prima di tutto perché lei, come me e come il 99,99% delle persone, non sa assolutamente nulla di fisica quantistica. Non varrebbe neppure la pena di discutere della vicequestore, se non fosse che per molti lei è diventata un simbolo di libertà e di ribellione alla temutissima dittatura sanitaria. Non voglio neppure discutere della ribellione contro il Green Pass, che è uno strumento discutibile, ma certamente non perché i vaccini siano una cosa cattiva come affermano la quasi totalità dei manifestanti contro i vaccini e neppure per le ragioni poco più raffinate addotte da Cacciari e Agamben (e di Agamben, a differenza della fisica quantistica, so parecchio); voglio invece aggiungere un altro diabolico dettaglio su Schillirò. Un mesetto fa, nei giorni della sua massima fama mediatica, Schillirò pubblico e poi ritirò questa vignetta:

In questo caso Schillirò è stata meno coraggiosa e dopo le polemiche apparse sulla “Repubblica” ha ritirato la vignetta. Qual è il problema di questa vignetta che da alcuni siti è definita addirittura “strepitosa”? Che la vignetta fa cagare ed è pure stupida. Fa cagare perché non è altro che la riproposizione di uno dei meme più diffusi su internet, con una persona che fa un’affermazione ovvia e il pubblico che applaude e approva; fa cagare perché manca il lavoro di adattamento sulle frasi di approvazione: “ingravidami” funziona se la persona applaudita è un uomo, non se è una donna. La vignetta è stupida perché definisce Greta una semianalfabeta, cosa assurda se riferita a una giovane che gira il mondo comunicando in inglese, lingua non sua; è stupida perché vanta come titolo di attendibilità la laurea, quando sappiamo che una laurea non si nega a nessuno – persino Calderoli è laureato -; è stupida perché manca di cattiveria: quanto sarebbe meglio se Greta dicesse “comprate il mio libro”. Invece il vignettista Pubble sembra avercela con Greta non per un ipotetico eccesso di esposizione mediatica o per una qualche presunta incoerenza, ma proprio per il merito delle sue affermazioni, perché denuncia il cambiamento climatico provocato dall’uomo. Tutto questo ci rimanda a un mondo tra il complottista e l’egoista che erige a suoi idoli Trump e Putin (le vignette di Pubble hanno successo sul sito “Figli di Putin”), che in maniera spesso confusa nega il cambiamento climatico e la pericolosità del coronavirus.

Giusy Pace che si concentra. C’è poco da dire sull’infermiera che a Novara si è travestita da deportata e con alcuni compagni di merende è sfilata agganciata al filo spinato. La sceneggiata mi ripugna, come mi ripugnano le parole, sentite molto spesso, di chi scomoda le persecuzioni contro gli Ebrei per stabilire un parallelo con le limitazioni imposte a chi, oltre a non vaccinarsi, non si sottopone neppure a un tampone. Ma il peggio di sé Pace lo ha offerto nei tentativi di giustificazione in cui dice che quella divisa è una divisa da carcerati (mi ricorda chi dice che la svastica è un simbolo indiano) e che il concentramento non è quello dei Lager, ma quello della concentrazione in un posto (non vuol dir niente, lo so). Soprattutto, Giusy Pace è contraddittoria quando parla della propria condizione vaccinale: alla “Repubblica” dice che lei è vaccinata, al “Corriere” dice che non ha il Green Pass (ma chi non ha il Green Pass è per forza di cose non vaccinato). Questa contraddittorietà io non la vedo tanto o solo come patologia psichiatrica, ma come segno di un’adesione a una condizione di continua falsificazione, la stessa dei tanti che pubblicano notizie false, che riconoscono che lo sono appena glielo si fa notare, ma poi non le cancellano.

(1) Per me il coraggio è neutro. Uno può usarlo per compiere le imprese più nobili o gli atti più infami. Se dico che Schillirò è coraggiosa è perché è disposta a mettere a rischio la propria condizione lavorativa per sostenere le sue idee, ma ciò non significa che secondo me faccia bene, né, tantomeno, che io la stimi per le sue idee.

6 pensieri riguardo “Personaggi orrendi: cretini manifesti

  1. Ciao Alessandro, vai su terreni scivolosi. Faccio un discorso di numeri. In Italia, tra gli adulti, circa l’80% si è vaccinato. Molti avranno avuto dubbi, non saprei quantificare, ma sono sicuro che esiste in questo gruppo un numero simile se non superiore, di gente che ha basi minime di statistica e di scienze, tale per cui, potrebbe (come stai facendo tu), fare opera di presidio nei social. Mi spiego. Scrivere post a sfondo scientifico, in cui numeri alla mano, si dimostra come la scienza abbia cambiato molte cose in meglio a livello pratico nella vita di donne e uomini. Invece noto, che i social (meno wordpress, dove la scrittura per conseguenza richiede la prova dei dati se si espongono tesi), sono invasi dai post di coloro che non si sono vaccinati, accampando le teorie più bizzarre. Sono fermamente convinto, che tra i convinti di quell’80%, bisogna fare presidio (il che è ben lungi dal voler dire entrare in discussione coi duri e puri dei no-vax, in quanto ragionano per dogmi, pertanto non si può discutere per definizione).

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...