Ready-made: Flavio Briatore

Un estratto da un’intervista pubblicata oggi con tanto di foto nell’atto di mangiare, mi risparmia la fatica di spiegare il mio orrore antropologico e linguistico.

Vede, la pizza è uno street product, di solito te la portano su tavoli spogli o non apparecchiati, te la buttano là con un servizio approssimativo, roba che non ti invoglia a rimanere nel locale. Noi abbiamo pensato di fare una pizzeria chic, branché . Serviamo ottime pizze, in un posto elegante, con un servizio impeccabile. La pizza è un prodotto importante, ma è presentato in modo cheap , noi gli abbiamo creato intorno un environment diverso.

“La Repubblica”, 15 dicembre 2021
Viva il Twiga, che Dio lo benediga

Giusto una chiosa per dire che c’è da sperare che nella sua pizzeria non si mangi come lui parla.

5 pensieri riguardo “Ready-made: Flavio Briatore

  1. E poi sai che ideona! Di pizzerie gourmet / gourmais / gourmandes / ecc ecc c’è piena l’Italia, tutte prodighe di parolette e paroloni pseudostranieri a vanvera.
    ‘Na pizza!

    Piace a 1 persona

Rispondi a dimaco Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...