Il vandalo inclusivo

Mi piace pensare che in Salita San Giovanni a Genova sia stato usato per la prima volta lo schwa in una scritta sui muri.

Dopodiché si può discutere sul mio titolo, che ho scelto perché mi sembra accattivante, ma che potrebbe avere molte alternative: il writer non sessista, l’anarchico politically correct, l’imbrattatore alla moda, la scritta conformista, lo slogan progressista, via Pré e il gender, nichilismo grammaticale, un tetto per ogni genere.

3 pensieri riguardo “Il vandalo inclusivo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...