7 punti di osservazione sul Monte Bianco

A distanza di alcuni mesi, non avrebbe molto senso pubblicare un resoconto della settimana in montagna di metà agosto, ma per il gusto di pubblicare qualche bella immagine (merito dei monti e merito della fotografa quando è mia moglie e non sono io) proporrò una carrellata di foto del versante francese del Monte Bianco da est a ovest. La successione non sarà quindi cronologica, ma geografica.

0. Le Tour. Come breve premessa posso dire che dopo una partenza non molto fortunata, con ponte crollato poco sotto la casa prenotata in Val Ferret poche ore prima di partire, conseguente ricerca affannosa di una soluzione alternativa, notte a Dolonne senza acqua per acquedotto interrotto, successivo pacco o disguido di Airbnb, litigi in inglese con padroni di casa e call center e nuova ricerca del minuto estremo, la nostra ostinazione è stata premiata con un arrivo a Le Tour, a una dozzina di chilometri da Chamonix, salutato da disneyani cerbiatti che giocavano sul prato alle 9 di sera (non abbiamo fatto in tempo a fotografarli dall’auto) e luce del crepuscolo sul soprastante ghiacciaio. Certo, 30 anni fa il fronte del ghiacciaio scendeva alcune centinaia di metri più in basso, ma il Glacier du Tour è sempre spettacolare.

Le Tour è il paese di Michel Croz, che, anche solo per proprietà transitiva posso definire come uno dei più importanti alpinisti di ogni tempo. Se, infatti, ci sono ottime ragioni per dire che Edward Whymper è stato il più grande alpinista della storia, ebbene, Croz era con lui durante le prime salite della Barre des Écrins, del Mont Dolent, dell’Aiguille d’Argentière, delle Grandes Jorasses e del Cervino, dove fu una delle vittime della tragica discesa, mentre senza Whymper, è stato, tra l’altro, il primo salitore anche del Castore, del Monviso e della Grande Casse.

Al mattino presto, se si ha voglia di scendere fino ad Argentière per rifornirsi di croissant, pain au chocolat e quiche da Le Fournil Chamoniard, l’ingordigia è premiata anche dalla vista delle primissime luci sul Monte Bianco.

1. Lac d’Emossson e Chalet Loriaz. In territorio svizzero, sopra Finhaut, la diga di Emosson è spettacolare per più ragioni. Prima di tutto è una costruzione imponente, come lo sono di solito le dighe, che in più si trova sopra una ripida gola; in secondo luogo il lago che crea nel roccioso Massif du Giffre è molto grande e bello; infine la vista sul Monte Bianco è mozzafiato. Ci sarebbero anche delle impronte fossili di dinosauro, ma quelle non siamo andati a vederle.

La traversata dal Lago allo Chalet Loriaz, che invece è di nuovo in territorio francese, è un po’ esposta, ma io avevo letto (si fa per dire) la relazione su una guida svedese, quindi non ne ero consapevole. Ad ogni modo si può apprezzare come le famiglie francesi siano molto più serene nell’accompagnare i propri bambini sui monti. (9 agosto 2022)

2. Col de Salenton. Se da Vallorcine si sale al Refuge de la Pierre à Bérard non si vede il massiccio del Monte Bianco, tuttavia il vallone è molto bello. Una volta al rifugio non ho resistito alla tentazione di salire altri 600 metri prima su sentiero tra prati ripidi, poi in una splendida pietraia. Con un po’ più di tempo a disposizione, verrebbe la pena di salire fino ai 3096, del Mont Buet, ma anche i 2526 del Col de Salenton spalancano una vista sorprendente. (12 agosto 2022)

3. Refuge Albert 1er e Col de Balme. Il Col De Balme, confine franco-svizzero, è un bel punto di vista sull’Aig. Verte, ancora più spettacolare se ci si arriva salendo dalla Svizzera, infatti, salendo da Trient, il massiccio si spalanca all’ultimo momento. Comunque, non ci si può lamentare neppure se si sale da Le Tour, specialmente se prima si fa una scappata al Refuge Albert 1er, dove la vista sul sottostante ghiacciaio di Tour è spettacolare. (8 agosto 2022)

4. Tête aux vents. La mia salita preferita del percorso dell’UTMB, non solo perché è l’ultima, ma proprio per la spettacolarità della vista (ammesso che si riesca a salire alla luce del giorno) e per il meraviglioso terreno roccioso. Non a caso, ci sono andato 2 volte in pochi giorni, anche perché salirla freschi, senza 155 km nelle gambe, dà una grande sensazione di leggerezza. Un consiglio: se volete scendere per il sentiero dell’Aiguillette d’Argentière, fatelo entro le 8:30 del mattino, altrimenti sulle corde fisse e le scalette metalliche dovrete dare la precedenza a decine e decine di persone che salgono. (10 e 13 agosto 2022)

5. Lac Blanc. È probabilmente la camminata per eccellenza a Chamonix – di certo non è il luogo adatto a chi si vuol sentire solo – e chi sale da La Flégère si sentirà in una processione, magari in compagnia di escursionisti giapponesi che non scoprono neppure un centimetro quadrato di pelle. Però è un posto meraviglioso che non finisce di lasciarmi a bocca aperta. Se poi si sale dalla Tête aux vents, si camminerà di più, ma il sentiero sarà più divertente, meno affollato e passerà pure per i Lacs des Chéserys, invero un po’ più vuoti del solito, così come il Lac Blanc, in questo 2022 caldissimo e asciuttissimo. Se poi da La Flégère scenderete fino a Chamonix, nel tratto fino allo Chalet de la Floria incontrerete poche persone e vi sentirete un po’ degli UTMBisti diretti al traguardo. (13 agosto 2022)

6. Refuge Bellachat e Le Brevent. Il rifugio Bellachat è un punto di osservazione privilegiato sul Monte Bianco e anche sullo stato drammatico dei ghiacciai.
Se poi si sale fino a Le Brevent, ci si trova sul belvedere per eccellenza. Certo, ci arriva anche la funivia da Chamonix e questo rende il luogo assai affollato, ma qualche foto non si può non scattare. (11 agosto 2022)

7. Mont Chetif. Un’appendice italiana per lo Chetif, del quale ho già scritto altre volte. (7 agosto 2022)

Pubblicità

3 pensieri riguardo “7 punti di osservazione sul Monte Bianco

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...