La Repubblica e il familismo amorale

Se uno dei più importanti e noti giornalisti italiani scrive una bestialità in cui si congratula con uno stupratore per la sua performance sessuale, ci si immagina che la notizia abbia un certo riscontro sui giornali italiani. Se un quotidiano decide di non dare la notizia, possono esserci varie ragioni. La, si fa per dire, … Continua a leggere La Repubblica e il familismo amorale

Luoghi comuni (3)

Andare a ruba. Per chi vende e pubblicizza, tutto va a ruba. Giornalisti e lettori, commentatori e ascoltatori si adattano all'andazzo e vedono saccheggi ovunque, specialmente di prodotti improbabili, meglio ancora se pruriginosi. Ecco allora che si legge, in articoli per altro degnissimi, che la candela all'odor di vagina venduta dall'attrice Gwyneth Paltrow "va a … Continua a leggere Luoghi comuni (3)

Luoghi comuni

In un vecchio file, che avevo pretenziosamente intitolato Omaggio a Flaubert, avevo preparato qualche voce per un Prontuario di sintagmi e proposizioni utili per vivere e discutere agevolmente nel 2016. Mi va di renderlo pubblico, con considerazioni che in qualche modo storicizzano questi luoghi comuni. Ormai basta una stampante 3D. Oggi la formula ricorre meno … Continua a leggere Luoghi comuni

Cicciolina, Trump e la mela di Berlusconi

Ricordate quando, otto anni fa, Berlusconi raccontò a una platea di sindaci la barzelletta della mela che sa di fica, ma all'assaggio sa di culo perché è morsa dalla parte sbagliata? A me l'aveva raccontata il mio compagno di classe Giovanni alle medie, quindi non meno di 25 anni prima di Berlusconi. Un alunno delle … Continua a leggere Cicciolina, Trump e la mela di Berlusconi