Recensione. Giorgio Manganelli, Concupiscenza libraria, Adelphi, 2020

Quattrocentocinquanta pagine di Giorgio Manganelli per le cure di Salvatore Silvano Nigro si comprano a scatola chiusa, so che troverò più di una perla che soddisferà il mio appetito di fedele lettore. Già andando a casa, comincio a leggere, poi a un certo punto lascio la lettura lineare dalla prima pagina e mi abbandono a … Continua a leggere Recensione. Giorgio Manganelli, Concupiscenza libraria, Adelphi, 2020

Recensione. Luca Serianni, Il verso giusto. 100 poesie italiane, Laterza, 2020

Quando si prende in mano per la prima volta un libro si guarda subito l'indice e, a maggior ragione, lo si fa se il libro è un'antologia. Se si tratta di un'antologia della poesia italiana è poi inevitabile fare il gioco del chi c'è e chi non c'è, con quanti e quali testi. In particolare, … Continua a leggere Recensione. Luca Serianni, Il verso giusto. 100 poesie italiane, Laterza, 2020

Pioggia e lacrime sulla sintassi

Magari l'errore è stato corretto, tuttavia è risaputo che, anche in tempi liquidi e digitali, scripta manent. Demis Roussos Stamattina ho appreso dalla radio e ho verificato su un sito giornalistico abituato a controllare e ricontrollare ciò che pubblica che il quesito posto sulla piattaforma Rousseau dal Movimento 5 Stelle ai propri seguaci è il … Continua a leggere Pioggia e lacrime sulla sintassi

Recensione. L’autobiografia di Casalino

Per la serie "non l'ho letto e non mi piace" (Vanni Scheiwiller e pure Giorgio Manganelli), apprendo dalla homepage di Repubblica che la pandemia ha bloccato l'uscita dell'autobiografia del sagace Rocco Casalino, portavoce del Presidente del Consiglio. Poteva andar peggio: poteva uscire. Non tutto il male vien per nuocere. Le foreste ringraziano e noi ci … Continua a leggere Recensione. L’autobiografia di Casalino