10 quadri che fanno ridere (una buffa storia dell’arte)

Ci sono quadri che tra i loro scopi hanno anche quello di far ridere. Non parlo di quelle opere involontariamente comiche, che sono in un certo senso opere fallite, ma proprio di quelle opere che vogliono mettere allegria in chi le guarda. Non parlerò dunque di quadri - faccio esempi non a caso - preraffaelliti … Continua a leggere 10 quadri che fanno ridere (una buffa storia dell’arte)

La “Challenge Body by Vi” è un’operazione criminale

Mi sono imbattuto, non per caso, in una challenge su Facebook. Si tratta di una cosa rivolta a degli adulti e qui, per uno un po’ fissato con l’uso delle parole, sorge il primo problema. “Challenge”, è diventato l’anglicismo cool - ci casco anch’io? Diciamo allora “figo” - al posto di “sfida”. Nulla di grave, … Continua a leggere La “Challenge Body by Vi” è un’operazione criminale

Kipchoge e l’ombra (si parla persino di Joyce, non solo di maratona)

... l'uomo che se ne vae non si volta: che sad'aver più conoscenzeormai di là che di qua (Giorgio Caproni) Un giorno il migliore conoscitore della poesia di Giorgio Caproni mi disse "io leggo il Secolo XIX per vedere i necrologi". Non pensate a una persona lugubre e triste, si tratta, oltre che di un … Continua a leggere Kipchoge e l’ombra (si parla persino di Joyce, non solo di maratona)

Personaggi orrendi: Guia Soncini, o: della megera

Quando varai questa "rubrica rancorosa" riesumai un paio di annotazioni che conservavo in un file vecchio di alcuni anni. Pensai invece di non dissotterrare un paio di righe perché mi sembrava che trattassero di un personaggio ormai dimenticato e che quindi non valesse la pena di accanirsi. Ieri invece ho cambiato idea, perciò ecco qua … Continua a leggere Personaggi orrendi: Guia Soncini, o: della megera

Recensione apocrifa: la performance di Marko C.

Non sarà semplicemente un caso che nell’alfabeto dei performer Marko C. si trovi tra Franko B. e Stefano D.  Franko B., che del sangue ha fatto il suo mezzo di resistenza e di resa al mondo, manifesta pienamente la sua foucaltiana corporeità. Ricoperto di biacca, non è più “un” corpo, ma è “il” corpo, non … Continua a leggere Recensione apocrifa: la performance di Marko C.

L’ambientalismo non è roba da fighetti, ma il mito della coerenza è uno sporco ricatto (Global Strike for Future/4)

Concludo la mia serie di articoli sulla questione ambientale. Avrei molte altre cose da dire, ma non vorrei che il discorso risultasse confuso. Meglio poche cose, ma - spero - precise. Le altre puntate sono qui, qui e qui. Le manifestazioni ci sono state e, stando a quel che mi hanno raccontato i miei figli, … Continua a leggere L’ambientalismo non è roba da fighetti, ma il mito della coerenza è uno sporco ricatto (Global Strike for Future/4)