Il messaggio è chiaro.

Sei giorni fa scrivevo che per la classe politica italiana il salvataggio di Alitalia è prioritario rispetto al miglioramento delle scuole italiane. Oggi, dopo che il Governo ha deciso di svolgere le elezioni regionali e amministrative il 20-21 settembre, con il conseguente posticipo dell’inizio delle lezioni al 23 o 24 settembre, non scopriamo nulla di nuovo.

Scrivevo che di solito 2+2 fa quattro e così è: qualsiasi cosa è più importante della scuola, quindi, piuttosto di far perdere qualche introito a chi vive di turismo, si preferisce sacrificare ulteriormente l’ultima ruota del carro, cioè gli studenti.

Non fatico ad immaginare mille giustificazioni, posso anche già scriverle, anzi, eccone una già pronta all’uso:

Quelle anime belle degli insegnanti si lamentano della scuola il cui inizio è rinviato. Bello lamentarsi con la pancia piena, tanto loro non hanno perso un giorno di lavoro e in cambio ogni tanto accendevano il computer per poi raccontare di essere gli eroi che combattono la dispersione scolastica. Ma state tranquilli, lo stipendio in questo paese dei balocchi continuerete a riceverlo e i vostri alunni, che intanto avete già deciso di promuovere tutti, non sentiranno la vostra mancanza e non diventeranno meno ignoranti di quanto li lasciate voi con le vostre lezioni. Io sto con il ristoratore che si fa un culo così e che per mesi è crepato di fame senza starsene in panciolle a ricevere lo stipendio.

Vedete, ben gli sta, agli insegnanti e agli studenti.

Postilla. Tanto per non lamentarsi e basta: qual è la mia proposta? Elezioni il 6-7 settembre, inizio regolare della scuola il 14 settembre, ballottaggi il 20 settembre con chiusura degli edifici scolastici dalle 14 di venerdì 18 e riapertura martedì 22 al mattino. Sabato 19 (per le scuole che prevedono il sabato) e lunedì 21 obbligo di didattica online per tutte le classi a partire dalla classe seconda della scuola primaria. Gli insegnanti impegnati come scrutatori sarebbero ovviamente dispensati dalle lezioni.

Postilla 2. Si cercheranno soluzioni alternative, si cambieranno le date, si proporrà di votare nelle caserme, negli uffici postali, sotto i gazebo, su Rousseau, ma il messaggio resta sempre quello lì: non gliene importa nulla della scuola.

La cattedra della mia terza media fotografata il 6 marzo. Da due giorni avevo iniziato a lavorare a distanza con gli alunni, ma si pensava (si sperava) di essere pronti a ricominciare. Nel dubbio eravamo però andati a prenderci i libri di scuola.

5 pensieri riguardo “Il messaggio è chiaro.

  1. Ho seguito con attenzione la conferenza stampa di ieri di Conte e della Azzolina. Le novità più importanti sono la conferma del fatto che ci saranno ingressi scaglionati e la smentita del fatto che ci saranno doppi turni.
    Una cosa mi lascia perplesso: da un lato è stato detto che non ci saranno più classi pollaio, dall’altro è stato detto che non ci saranno sdoppiamenti delle classi. Ora, io mi chiedo: come fanno le due cose a stare insieme? Ad esempio, se c’è una classe pollaio di 30 alunni e tu non la sdoppi, come fai ad eliminarla? Ti chiedo se ha qualche ipotesi a riguardo.

    Piace a 1 persona

        1. Come hai scritto, il Governo dice due cose che sono in contraddizione tra di loro. Perché lo fa? Perché si tratta di idee in linea di massima condivisibili e apprezzabili, ma se non si spiega come è possibile tenere insieme queste due cose, siamo nel campo o dell’insipienza o della deliberata menzogna, quindi della malafede.

          "Mi piace"

        2. Quel che mi sembra incredibile è che i giornalisti lì presenti non abbiano colto la contraddizione: infatti quando hanno cominciato a fare domande nessuno di loro l’ha rilevata. Grazie per la risposta, e buona Domenica! 🙂

          "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...